Sei Giorni, nella sabbia di San Juan ecco l’impresa di Zucca, Bruschi e Agnelli: primo posto!

Notizia migliore non poteva arrivare dall’Argentina. Nel terzo giorno di gare alla Sei Giorni di San Juan, il Moto Club Pavia compie l’impresa. Lo fa nella terza giornata, la più dura, la più temuta da tutti i piloti al via. Il cambio di tracciato e il fondo sabbioso e polveroso, unito ad un caldo davvero asfissiante, hanno fatto il loro sporco lavoro, mietendo ben novanta “vittime”. Sono infatti novanta i piloti costretti al ritiro dopo questa terza giornata. Un numero altissimo, che rende ancor più appariscente l’impresa di Nicolò Bruschi, Mauro Zucca e Maycol Agnelli.

La gara – Le preoccupazioni e le sensazioni palesate alla vigilia anche dal trio pavese, hanno trovato pronto riscontro in questo terzo giorno di Six Days: il più duro sulla carta, e a questo punto non  solo, assieme al quarto. Nella sabbia e nella polvere di San Juan, ecco però una di quelle imprese che fanno storia, con Nicolò Bruschi che conquista il terzo primo posto consecutivo di classe, salendo al terzo posto assoluto,  e tallonando adesso anche i sin qui imprendibili americani. Grande gara anche di Mauro Zucca, che è quarto nella E1, e quattordicesimo assoluto. Dodicesimo posto di classe per Maycol Agnelli che è al trentaquattresimo posto nella classifica assoluta. Con questi risultati il Moto Club Pavia festeggia il primo posto nella classifica dei Club, nonostante una penalità di cinque minuti inflitta a Mauro Zucca, per un presunto aiuto esterno al cambio gomme, penalità poi tolta dai giudici che hanno ritenuto regolare l’operazione. Insomma giorno di festa in Argentina, ma anche in Italia, dato che il Moto Club Pavia, sta rappresentando il Belpaese alla Six Days e lo sta facendo con grande onore.